Edizioni disponibiliChiudi finestra
« Sala Stampa mondiale
Chiudi finestra
Argomento

Storia della Chiesa in Italia 

La storia della Chiesa in Italia inizia alla metà dell'Ottocento con la missione degli anziani Lorenzo Snow, uno dei dodici Apostoli, Joseph Toronto e Thomas B. H. Stenhouse. Essi arrivarono a Genova il 25 giugno 1850. Si recarono poi in Piemonte per svolgere opera missionaria tra i Valdesi, che abitavano nella Val Pellice e dintorni e parlavano francese. L'anziano Jabez Woodard li raggiunse in seguito.

Il 27 ottobre 1850 l'anziano Snow battezzò a Torre Pellice il primo convertito, Jean Antoine Box. Dopo di lui altre persone si unirono alla Chiesa. Si organizzarono tre rami: ad Angrogna, a San Germano e a San Bartolomeo, piccoli centri delle Valli Valdesi. Si pubblicarono opuscoli in francese. Il Libro di Mormon fu pubblicato in italiano nel 1852. Entro il 1855, 50 membri della Chiesa erano già emigrati in America e il numero di quelli rimasti ammontava a 64.

Era molto difficile svolgere il lavoro missionario al di fuori delle Valli Valdesi a causa della diffusa propaganda anti-mormone tanto che i missionari partirono per la Svizzera nel 1857.

L'anziano Daniel B. Hill Richards cercò di riaprire la missione nel 1900 ma le autorità politiche gli negarono il permesso.

L’Anziano B. Hill Richards cercò di riprendere l’opera missionaria in Italia agli inizi del 1900 ma fu solo nel 1965, dopo aver ricevuto l’autorizzazione da parte del Governo italiano, che essa riprese in maniera incisiva.

Il 26 giugno dell’anno seguente la Missione Italiana fu ufficialmente riorganizzata in due comunità di membri italiani e sette comunità miste, composte sia da americani che italiani, per un totale di 66 fedeli.

Alla fine del 1978 i fedeli avevano raggiunto le 7.271 unità, suddivisi in quattro missioni.

Il primo Palo italiano (simile a una Diocesi) fu organizzato a Milano il 7 giugno 1981.

Grazie all’opera dei missionari e dei membri locali, negli anni ’80 il numero dei fedeli crebbe considerevolmente: 12.000 nel 1985, 14.000 nel 1990.

I membri della Chiesa sono in continua crescita molti dei quali di seconda o terza generazione.

Nota della guida: quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la guida.

Ulteriori risorse