La presidenza dell’Area Europa accoglie un nuovo secondo consigliere

Comunicato stampa

Da lunedì 1 agosto 2016 l’anziano Gary B. Sabin sarà il nuovo membro della presidenza dell’Area Europa e servirà come secondo consigliere dell’anziano Patrick Kearon, presidente dell’Area Europa della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni. Egli prenderà il posto dell’anziano Timothy J. Dyches presso la sede dell’Area Europa a Francoforte, in Germania. L’anziano Dyches andrà a servire presso il Dipartimento del tempio della Chiesa a Salt Lake City.

L’anziano Sabin stava servendo come membro del Quinto Quorum dei Settanta nell’area Nord America Ovest quando è stato chiamato come Settanta Autorità generale alla conferenza generale di aprile 2016.

Quello di Settanta è uno degli uffici del Sacerdozio di Melchisedec, il più alto ordine del sacerdozio. I Settanta ricevono un incarico speciale e sono ordinati per predicare il Vangelo e per servire come “testimoni speciali” di Cristo nel mondo.

L’anziano Sabin ha svolto una missione a tempo pieno presso la Missione di Paesi Bassi/Belgio, ha servito come presidente di palo e in vari altri incarichi della Chiesa. Egli ha conseguito la laurea in studi universitari e finanze presso la Brigham Young University prima di ricevere la specializzazione in amministrazione aziendale presso la Stanford University. 

Ha lavorato come presidente e amministratore delegato di diverse aziende, tra cui la Excel Realty Trust e la Price Legacy. Più di recente ha lavorato per la Excel Realty Holdings e la Excel Trust. L’anziano e la sorella Sabin hanno fondato la Sabin Children’s Foundation, un’organizzazione dedicata ad affrontare le esigenze mediche dei bambini.

Gary Byron Sabin è nato nella città di Provo, nello stato dello Utah, il 7 aprile 1954. Nell’agosto del 1976 ha sposato Valerie Purdy. Hanno cinque figli.

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.