Comunicato stampa

L’energia solare per riscaldare e illuminare i luoghi di culto

 

Il Vescovato Presiedente della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni ha presentato la sua prima casa di riunione alimentata a energia solare nell’emisfero nord, frutto dei più recenti sforzi di edilizia ecologica della Chiesa.

 

Il nuovo edificio si trova a Farmington, nello Utah, e simboleggia il continuo uso innovativo della tecnologia, da parte della Chiesa, nei suoi progetti edilizi. I pannelli solari montati sul tetto sono progettati per fornire l’elettricità necessaria all’intera struttura, risparmiando così circa 6.000 dollari di spese in energia all’anno. Un accurato giro dell’edificio di Farmington ha permesso a dei giornalisti in visita di evidenziare alcune delle sue caratteristiche di tutela dell’ambiente, quali i sistemi di riscaldamento e di aria condizionata altamente efficienti che possono interfacciare l’impianto a energia solare, gli impianti idraulici che fanno risparmiare più del 50 per cento di acqua, e le finestre con vetro a bassa emissione che raccolgono il 78 per cento del calore dell’energia solare.

Non è da oggi che la Chiesa è attenta all’ambiente, infatti circa il 75 per cento delle tecnologie richieste per la certificazione LEED (Leadership in Energy and Environmental Design) sono già utilizzate da diversi anni negli edifici della Chiesa esistenti. Per esempio, gli edifici della Chiesa nel paese baltico della Lettonia sono costruiti con pavimenti riscaldati da pannelli radianti per una maggiore efficienza durante i rigidi mesi invernali; mentre una casa di riunione a Susanville, in California, viene riscaldata quasi esclusivamente dall’energia geotermica prodotta da un pozzo situato nella proprietà. In diverse case di riunione negli Stati Uniti dei sensori di umidità controllano le condizioni meteorologiche via satellite per interrompere il funzionamento degli impianti di annaffiamento del giardino in caso di pioggia. L’edificio amministrativo della Chiesa a Salt Lake City utilizza persino diversi pozzi sotterranei per il riscaldamento e l’aria condizionata.

Questo è tanto più comprensibile in quanto la Chiesa ha 17 mila case di riunione in funzione e costruisce o amplia, in media, una nuova struttura ogni giorno feriale della settimana.

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.