Argomento

Suggellamento

Nella Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, la parola suggellamento si riferisce all’unione di un uomo e una donna e dei loro figli per l’eternità. Questo suggellamento può essere effettuato solo in un tempio da un uomo che detiene il sacerdozio, o autorità, di Dio. Secondo il credo dei Santi degli Ultimi Giorni, il suggellamento significa che queste relazioni familiari dureranno oltre la morte se gli individui vivono secondo gli insegnamenti di Gesù Cristo. Per i Santi degli Ultimi Giorni, la famiglia è essenziale nel piano di Dio, in quanto è la più importante unità sia sulla terra che nell’eternità.

Quando un uomo e una donna si sposano in un tempio mormone, la cerimonia viene chiamata suggellamento. Quando in seguito nascono dei figli, questi vengono considerati automaticamente suggellati ai loro genitori. Le coppie che si uniscono alla Chiesa dopo il loro matrimonio o che originariamente non si erano sposate al tempio possono avere ancora l’opportunità di essere suggellate insieme nel tempio in seguito. In questa stessa occasione i genitori possono far suggellare i figli a sé. Queste ordinanze di suggellamento possono anche essere eseguite per procura in favore dei defunti, per poter legare insieme le famiglie attraverso le generazioni.

Gesù Cristo stesso parlò dell’idea del suggellamento nel Nuovo Testamento:

“Gesù, venuto nelle parti di Cesarea di Filippo, domandò ai suoi discepoli: Chi dice la gente che sia il Figliuol dell’uomo? …

Simon Pietro, rispondendo, disse: Tu sei il Cristo, il Figliuol dell’Iddio vivente.

E Gesù, replicando, gli disse: Tu sei beato, o Simone, figliuol di Giona, perché non la carne e il sangue t’hanno rivelato questo, ma il Padre mio che è ne’ cieli.

E io altresì ti dico: Tu sei Pietro, e su questa pietra edificherò la mia Chiesa, e le porte dell’Ades non la potranno vincere.

“Io ti darò le chiavi del regno dei cieli; e tutto ciò che avrai legato sulla terra sarà legato ne’ cieli, e tutto ciò che avrai sciolto in terra sarà sciolto ne’ cieli” (Matteo 16:13, 15–19).

I Santi degli Ultimi Giorni credono che questa stessa autorità data a Pietro fu data a Joseph Smith nel 1829 e tramandata fino all’attuale profeta e presidente della Chiesa, Thomas S. Monson. Soltanto il profeta può conferire il potere suggellatore ad altri uomini, e relativamente pochi uomini detengono questa autorità in un dato momento.

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.