Ulteriori risorse

Domande comuni

Perché l’uso dell’espressione “attrazione verso persone dello stesso sesso”? Perché non dire semplicemente “gay”?

                                                                                                                                                               L’attrazione verso persone dello stesso sesso (SSA) è un’attrazione emotiva, fisica, romantica o sessuale verso una persona dello stesso genere sessuale. Chi prova attrazione per persone del suo stesso sesso può decidere o meno di descriversi usando un’etichetta in base al proprio orientamento sessuale. In entrambi i casi, “attrazione verso persone dello stesso sesso” è un’espressione tecnica che definisce questo tipo di esperienza senza imporre alcuna etichetta. Il nostro sito Internet utilizza questa terminologia per includere le persone che non si sentono a proprio agio con le etichette, senza peraltro voler negare l’esistenza di un’identità gay, lesbica o bisessuale.

Perché su questo sito non si parla dei problemi legati alla disforia di genere [disturbo dell’identità sessuale] o alla transessualità?

Molti dei principi esposti su questo sito (come l’importanza dell’inclusione e della gentilezza) si applicano ai Santi degli Ultimi Giorni che soffrono di disforia di genere o che si identificano come transessuali. Ciò detto, l’attrazione verso persone dello stesso sesso e la disforia di genere sono due cose molto diverse. Ad esempio, chi soffre di disforia di genere non è detto che provi anche attrazione verso persone dello stesso sesso, mentre la maggioranza di coloro che provano attrazione verso persone dello stesso sesso non desidera cambiare sesso. Da un punto di vista psicologico e di ministero ecclesiastico, le due cose differiscono.

Ti stai domandando se sei gay?

                                                                                      

                           

Se ti stai domandando se sei gay, probabilmente hai provato attrazione per persone del tuo stesso sesso e ti stai chiedendo come interpretare questi sentimenti. Il desiderio sessuale è qualcosa di complesso e viene modellato da molti fattori. Se è vero che un’attrazione romantica, emotiva o sessuale può essere indicativa di un orientamento sessuale, non dobbiamo presumere automaticamente che lo sia. Il desiderio sessuale può mutare nel tempo. Se sei nel dubbio, non sentirti costretto a trarre conclusioni affrettate sulla tua sessualità.

Le parole non hanno lo stesso significato per tutti e la definizione di una parola può cambiare nel corso del tempo. Che cosa rappresenta per te la parola gay? Un sentimento? Un’identità? Uno stile di vita? L’uso della parola gay è cambiato col cambiare della società e della cultura. Identificarti come gay può voler dire che provi attrazione per persone del tuo stesso sesso ma che hai scelto di non assecondare questi sentimenti. Oppure questa etichetta forse descrive il modo in cui ti esprimi emotivamente, fisicamente, sessualmente o politicamente. Se non sei sicuro di cosa intendano le persone quando dicono di essere “gay”, dovresti semplicemente chiederglielo.

Dovrei dichiarare apertamente di essere gay?

                          

                                     

Tenere nascosti i sentimenti di attrazione per le persone del proprio sesso per alcuni può diventare fonte di vergogna o di dialogo interiore negativo. Parlare di questi sentimenti con una persona di fiducia può avere un effetto liberatorio e salutare. Alcuni, tuttavia, vorrebbero aver aspettato un po’ più a lungo a rivelare i propri sentimenti o, quantomeno, vorrebbero averne parlato a un numero minore di persone; perciò questa decisione non andrebbe presa sotto la pressione di doversi dichiarare gay pubblicamente o identificarsi apertamente come tale. Se decidi di rivelare i tuoi sentimenti di attrazione verso persone del tuo stesso sesso, aiutati con la preghiera a decidere con chi vorresti parlarne e in che modo vorresti spiegare questo aspetto della tua vita terrena.

Se decidi di parlare della tua attrazione verso persone del tuo stesso sesso o di dichiararti apertamente gay, dovresti essere sostenuto e trattato con gentilezza e rispetto, tanto a casa come in chiesa. Dobbiamo tutti essere pazienti l’uno con l’altro mentre cerchiamo di capire meglio cosa succede.

Come membri della Chiesa, condividiamo la responsabilità di creare un ambiente solidale e amorevole per tutti i nostri fratelli e le nostre sorelle. Una simile rete di sostegno rende molto più facile vivere il Vangelo e ricercare lo Spirito mentre si attraversa qualunque fase della vita.

In che modo posso parlare con i miei genitori o con il mio vescovo dell’attrazione verso persone dello stesso sesso?

                       

Potresti aprirti con un genitore, un altro familiare o un dirigente della Chiesa con cui ti senti a tuo agio a parlare. Aiutali a capire cosa stai attraversando, in modo che possano dimostrarti il loro amore e il loro sostegno. Se non comprendono quello che ti sta accadendo, invitali a leggere gli articoli contenuti in questo sito. Questa potrebbe non essere una conversazione facile da iniziare, ma instaurare un dialogo è importante. Sii paziente con le persone intorno a te e ricorda che state tutti imparando insieme. Se coloro che ami fanno fatica a comprendere e a sostenerti, potrebbero avere bisogno del tuo aiuto. Tratta i tuoi genitori e i tuoi dirigenti con la stessa gentilezza e lo stesso rispetto che vorresti dimostrassero a te. Questo sito Internet è concepito per aiutare tutti a capire meglio l’attrazione verso persone dello stesso sesso dal punto di vista del Vangelo.

Se sarò abbastanza fedele, la mia attrazione sparirà?

                      

           L’intensità con cui provi attrazione per le persone del tuo stesso sesso non è una misura della tua fedeltà. Molti pregano per anni e fanno tutto ciò che possono per essere obbedienti nel tentativo di ridurre l’attrazione verso persone dello stesso sesso, ciononostante tale attrazione non svanisce. Questo tipo di attrazione si manifesta con vari gradi di intensità e non è uguale per tutti. Alcuni si sentono attratti da entrambi i sessi, mentre altri sono attratti esclusivamente da persone del loro stesso sesso. Per alcuni questi sentimenti, o almeno l’intensità di questi sentimenti, può diminuire col passare del tempo. In ogni caso, genitori e dirigenti non devono aspettarsi o pretendere che il risultato finale sia che questa attrazione cambi.

L’intensità della tua attrazione può non dipendere da te, tuttavia, tu puoi decidere come comportarti. Chiedere al Signore che cosa puoi imparare da questa esperienza può fare in modo che la tua fede si concentri su un risultato su cui puoi avere controllo. Affidare la tua vita a Dio è un importante atto di fede che porta grandi benedizioni qui e benedizioni ancora più grandi nel mondo a venire.

La Chiesa cambierà mai la sua dottrina e approverà il matrimonio tra persone dello stesso sesso?

La dottrina del matrimonio tra l’uomo e la donna è centrale nel piano di Dio, è un insegnamento fondamentale della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni e non cambierà:

“Come principio dottrinale, basato sulle Scritture, la Chiesa afferma che il matrimonio tra l’uomo e la donna è il cardine del piano del Creatore per il destino eterno dei Suoi figli.

I rapporti sessuali sono giusti solo tra un uomo e una donna che sono legalmente e legittimamente sposati. Qualsiasi altra relazione sessuale, incluse quelle tra persone dello stesso sesso, è peccaminosa e mina l’istituzione divinamente creata della famiglia. Conseguentemente la Chiesa concorda nel definire il matrimonio come l’unione legale e legittima tra un uomo e una donna” (Manuale 2 – L’amministrazione della Chiesa, 21.4.10).

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.