Argomento

Partecipazione dei fedeli

I membri attivi della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni tendono ad avere un livello molto alto di partecipazione personale nella Chiesa, inclusa la sua amministrazione locale. L’assenza di un clero professionale retribuito significa che la dirigenza è grandemente decentrata in tutto il mondo e la maggior parte dei membri contribuisce tramite sforzi volontari insegnando o svolgendo altri servizi di vari tipi.

Il dirigente locale di una congregazione è chiamato vescovo e solitamente serve in quella posizione per circa cinque anni. Al termine del suo servizio, può ricevere un incarico di maggiore responsabilità in un’area geografica più ampia o, altrettanto plausibilmente, ritornare a svolgere attività di servizio meno impegnative nella propria congregazione.

In un’intervista di dicembre 2004 al talk show televisivo di Larry King, il presidente Gordon B. Hinckley rispose alla domanda: “È difficile essere un membro, vero?” Il presidente Hinckley affermò: “No, è meraviglioso. È impegnativo, con grandi aspettative, direi, ma è meraviglioso”. 

Riguardo ai nuovi membri che si uniscono alla Chiesa, il presidente Hinckley disse: “Vengono messi all’opera. Vengono date loro delle responsabilità. Vengono fatti sentire parte del grande progresso di quest’opera che avanza, l’opera di Dio … Presto scoprono che ci si aspetta molto da loro come Santi degli Ultimi Giorni. Non se la prendono. Adempiono le loro responsabilità e gli piace farlo. Si aspettano che la loro religione sia esigente, che richieda un cambiamento nella loro vita. Soddisfano i requisiti. Portano testimonianza delle cose buone che hanno ricevuto. Sono entusiasti e fedeli”.

In aggiunta al servizio che svolgono regolarmente all’interno della congregazione, i membri possono donare il loro tempo per sostenere i sistemi umanitari e di benessere della Chiesa. Ciò può concretizzarsi, ad esempio, nel contributo di svariate ore di lavoro totale a uno stabilimento di inscatolamento dove si produce cibo per i bisognosi.

I membri contribuiscono anche economicamente a un livello che sorprende molti al di fuori dalla Chiesa. Un normale membro attivo dona un decimo delle proprie entrate alla Chiesa, oltre a un contributo mensile per i bisognosi.

I membri della Chiesa attivi generalmente partecipano alle funzioni in chiesa per tre ore ogni domenica, suddivise in tre riunioni differenti. La funzione principale di culto dura poco più di un’ora ed è conosciuta come riunione sacramentale. Gli uomini e le donne offrono dal pulpito discorsi pre-assegnati e la congregazione partecipa ad inni, preghiere e il “sacramento” — il pane e l’acqua somministrati come simboli dell’Espiazione di Gesù Cristo per i peccati dell’umanità. Il tempo rimanente è suddiviso tra la Scuola Domenicale e le classi per gli uomini, le donne, i giovani e i bambini. Tutte le riunioni domenicali sono aperte a tutti, membri della Chiesa e non.

Gli studenti in età di scuola superiore partecipano al seminario — un corso che si svolge cinque giorni a settimana e che si concentra sullo studio delle Scritture. A seconda di dove vivono i giovani, possono incontrarsi durante l’orario scolastico, prima della scuola o dopo.

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.