Articolo

Mormon Helping Hands celebra cinque anni di volontariato in Africa

Sabato 20 agosto 2011, più di centoventimila ore di servizio sono state donate in oltre quaranta nazioni africane, tra cui Madagascar, Reunion e Maurizio, in celebrazione del quinto anniversario di Mormon Helping Hands, in Africa.

Hanno partecipato fedeli della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni da Johannesburg (Sudafrica) a Nairobi (Kenya), da Kinshasa (Repubblica Democratica del Congo) a Maputo (Mozambico), da Harare (Zimbabwe) ad Accra (Ghana), da Lusaka (Zambia) a Gaborone (Botswana) e da Luanda (Angola) a Windhoek (Namibia).

L’anziano Stephen Harms, un missionario della Chiesa, ha spiegato: “Lavare finestre, estirpare erbacce, piantare ortaggi, raccogliere immondizia e abbellire le comunità sono modi in cui dimostriamo il nostro desiderio di seguire l’esempio di Gesù Cristo. Cerchiamo di servire come fece Lui”. Ha raccontato che per il giorno di servizio c’erano tre obiettivi: “Stringere rapporti con i dirigenti della comunità, rafforzare e unire le famiglie, migliorare la comunità attraverso il servizio”.

Mormon Helping Hands è un programma mondiale in cui i Santi degli Ultimi Giorni si danno da fare nella loro comunità per rendere servizio e aiutare i bisognosi.

I Santi degli Ultimi Giorni nell’area orientale di Bujumbura, nel Burundi, hanno collaborato con un’associazione del vicinato per pulire un canale di scolo invaso dalle erbacce. Circa trenta fedeli con le casacche gialle e missionari hanno lavorato  fianco a fianco con le persone della comunità con l’aiuto di “coup coup” (machete curvi) e rastrelli per eliminare le erbacce e l’immondizia. Al termine del progetto, il direttore dell’associazione ha ringraziato tutti per l’impegno effuso.

Vicino a Città del Capo, nel Sudafrica, le congregazioni della Chiesa nella pianura Mitchells, Khayelitsha, Somerset West, Paarl, Guguletu, Meadowridge, Mowbray e Fish Hoek hanno lavorato al centro d’assistenza solidale comunitario di Beaconvale.

Hanno potato alberi, estirpato erbacce, pulito aiuole, tagliato l’erba alta, lavato finestre e seminato un orto di verdure. La Chiesa ha donato il concime organico, come pure i semi di carote e  miele per aiutare a nutrire i residenti del centro.

A Lubumbashi, nella Repubblica Democratica del Congo, la stazione televisiva locale NYOTA TV ha ampiamente coperto la giornata speciale di servizio di Mormon Helping Hands e più di venti volte ha trasmesso un’intervista con l’anziano Allan F. Packer, membro dei Settanta. Il servizio parlava delle dottrine della Chiesa, del settantacinquesimo anniversario del programma di benessere e delle iniziative Mormon Helping Hands. L’annunciatore iniziava ogni notiziario con un’introduzione sulla Chiesa, descrivendola come una religione cristiana.

A Johannesburg, la congregazione Randburg ha confezionato delle coperte poi, presso un nido della cittadina di Diepsloot, le ha consegnate con del cibo a famiglie bisognose.

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.