Argomento

Il Libro di Mormon: un altro testamento di Gesù Cristo

Sin dalla sua prima pubblicazione in inglese nel 1830, il Libro di Mormon è stato tradotto interamente in 82 lingue e ne sono state stampate oltre 150 milioni di copie. È stato descritto come la “chiave di volta” della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni. Fin dall’inizio, i membri della Chiesa l’hanno considerato un libro di sacre Scritture.

    

 

Questo non significa che il Libro di Mormon sostituisca la Bibbia come Scrittura per i membri della Chiesa. La Bibbia e il Libro di Mormon vengono usati assieme nella predicazione e nello studio personale.

I Santi degli Ultimi Giorni ritengono che il Libro di Mormon sia la storia di grandi civiltà delle antiche Americhe.

Secondo la narrazione, una di queste civiltà nacque da un uomo di nome Lehi il quale lasciò Gerusalemme con la sua famiglia attorno al 600 a.C. Essi giunsero fino al mare, costruirono una nave e continuarono il viaggio in mare verso le Americhe.

Quando arrivarono nel Nuovo Mondo (il continente americano), si crearono crescenti dispute che portarono alla divisione della famiglia in fazioni le quali, col tempo, diedero origine a due nazioni in conflitto tra loro. I conflitti che ebbero luogo durante i 1.000 anni di storia descritti portarono all’estinzione di una di queste nazioni.

All’interno del contesto storico c’è una serie di profezie e testimonianze riguardo a Gesù Cristo quale Salvatore del mondo, inclusa una rimarchevole visita di Gesù risorto alle persone del Nuovo Mondo.

Il Libro di Mormon riporta che durante il Suo ministero alle persone dell’antica America, Cristo stabilì la Sua chiesa come aveva fatto nel Vecchio Mondo.

Secondo la storia, le persone vissero in unità e prosperità per circa 200 anni dopo la visita di Cristo.

Poi, col passar del tempo, molte persone iniziarono ad abbandonare i Suoi insegnamenti. La malvagità prevalse tra loro e un grande sterminio portò alla distruzione di un’intera nazione.

Il Libro di Mormon racconta come questi eventi venivano meticolosamente scritti su tavole di metallo. La responsabilità di preservare e mantenere aggiornata questa storia, iniziata dalle prime persone che lasciarono Gerusalemme, fu tramandata di generazione in generazione.

Uno degli ultimi a tenere questa storia fu un profeta delle antiche Americhe di nome Mormon, il quale fece un riassunto di secoli di annali in un compendio più conciso scritto su tavole d’oro.

Questo compendio fu passato da Mormon a suo figlio Moroni, l’ultimo superstite conosciuto della sua nazione, il quale, alla fine della sua vita, seppellì le tavole in una collina situata in quello che secoli dopo sarebbe diventato lo Stato di New York.

I Santi degli Ultimi Giorni credono che fu su quella collina, oggi chiamata collina di Cumora, nei pressi di Palmyra, New York, che Moroni ritornò nel 1823 in veste di angelo per guidare il giovane Joseph Smith a trovare le tavole nascoste. Joseph Smith in seguito fondò la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni.

La storia dei primi anni della Chiesa racconta che Moroni affidò la custodia temporanea delle tavole d’oro a Joseph Smith, il quale permise a tre uomini di vederle e ad altri otto uomini di toccarle. Le testimonianze scritte di questi testimoni sono riportate subito dopo l’introduzione del Libro di Mormon.

Joseph tradusse le tavole in circa tre mesi, al termine dei quali le restituì all’angelo Moroni. Il Libro di Mormon venne pubblicato per la prima volta in inglese nel 1830 a New York.

Nel 1851 il Libro di Mormon fu tradotto in danese, la prima lingua al di fuori dell’inglese. Nel 2000, la Chiesa raggiunse una pietra miliare, portando il numero delle traduzioni del Libro di Mormon a 100 lingue, inclusa quella inglese. Una traduzione completa del libro esiste in 81 lingue, oltre all’inglese, e a queste si aggiungono 25 lingue in cui sono stati pubblicati dei brani scelti. 

Per aiutare a chiarire ed enfatizzare lo scopo del Libro di Mormon, nel 1982 fu aggiunto un sottotitolo. Il titolo completo è “Il Libro di Mormon: un altro testamento di Gesù Cristo”.

In aggiunta alla traduzione del Libro di Mormon, Joseph Smith scrisse altre rivelazioni che ricevette da Dio. Molte di queste rivelazioni si trovano in due altri libri di Scritture moderne chiamate Dottrina e Alleanze e Perla di Gran Prezzo.

Per una COPIA GRATUITA del Libro di Mormon: un altro testamento di Gesù Cristo, visitare: https://www.mormon.org/ita/libro-di-mormon-gratuito 

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.