Comunicato stampa

La Chiesa incontra il Presidente del Consiglio Comunale di Milano

 

All’incontro hanno partecipato il Fratello Francesco Piredda, Membro del Sommo Consiglio del Palo di Milano, delegato dal Presidente di Palo Tranquillo Dal Zotto, che non è potuto intervenire per una lieve indisposizione, l’Anziano e la Sorella Lisonbee, una coppia missionaria incredibile che sta servendo con i Giovani Adulti non Sposati della Missione di Milano, e Giovanni Criscione, Direttore delle Relazioni Pubbliche del Palo.

All’interno di una splendida sala di Palazzo Marino, l’Avvocato Mara Turco, assistente del Presidente, ha rivolto agli interlocutori interessantissime domande riguardo alle origini della Chiesa, nell’attesa che il Pres. Palmeri, già impegnato in un precedente incontro con un importante Ambasciatore di un Paese straniero, ci raggiungesse. Al termine del suo precedente incontro istituzionale, il Presidente Palmeri ha presentato l’Ambasciatore straniero alla Delegazione della Chiesa, dopodiché, congedandolo, si è intrattenuto con la stessa per oltre un’ora.

 

E’ stato presentato il Piano di Salvezza con particolare enfasi nei confronti della Prima Visione e del Libro di Mormon di cui è stata donata una copia con dediche in calce da parte dei presenti. Il Presidente si è dimostrato molto interessato e ha esordito con tutta una serie di domande mirate, riguardanti gli Ebrei, la Bibbia ed il Libro di Mormon, ad alcune delle quali ha dato lui stesso risposta immediatamente dopo averle poste, come ad esempio riguardo al sostentamento della Chiesa, alla costruzione di Cappelle e Templi e al finanziamento dei vari progetti di natura sociale e umanitaria ai quali abbiamo velocemente accennato. “Ma certo, la decima è la risposta, è scritto nella Bibbia; certamente, la decima, come avveniva ai tempi di Gesù Cristo” ha detto sbalordendo i presenti.

Non c’era nessuna traccia di incredulità o scetticismo nel suo atteggiamento.

“Una delle più grandi opportunità per un missionario è vedere il Vangelo Restaurato attraverso gli occhi di chi non lo ha mai visto prima. Anziano Lisonbee e la sottoscritta” – afferma Sorella Lisonbee – “non dimenticheremo mai cosa è stato per noi veder ‘vivere’ il Libro di Mormon attraverso gli occhi del Presidente Palmeri. E’ stato come se anche noi due lo stessimo scoprendo per la prima volta! Ci siamo meravigliati ancora una volta nel considerare nuovamente il potere racchiuso nel Libro di Mormon e il fatto che questo potere è alla portata di noi tutti”.

Lo Spirito era dolce durante tutto l’incontro ed in particolare quando si è parlato delle Famiglie Eterne, della genealogia e del legame eterno con i nostri antenati e le nostre famiglie. Sorella Lisonbee, che di cognome da nubile fa “Palmieri” ha donato una copia del proprio albero genealogico al Pres. Palmeri ipotizzando magari, chissà, una possibile parentela con il Presidente e raccontando la incredibile storia della sua nascita avvenuta sulla nave Conte Biancamano durante il viaggio che stava portando la sua famiglia da Palermo (tra l’altro città d’origine del Presidente Palmeri) in America. Cosa ancora più avvincente, appena arrivati a Milano, Anziano e Sorella Lisonbee, andando a visitare il Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”, hanno scoperto che parti della nave Conte Biancamano che ha dato i natali a Sorella Bianca Lisonbee erano conservati proprio all’interno del Museo di Milano! “E’ stato come ritornare a casa,” – commenta Sorella Lisonbee -  “la nostra Missione è un vero miracolo!”.

Avevamo anticipato all’inizio che il Pres. Dal Zotto aveva avuto un piccolo impedimento ed aveva delegato Fratello Piredda ad intervenire all’incontro. Fratello Piredda si è dimostrato essere la scelta perfetta da parte del Presidente Dal Zotto, perché durante l’incontro, notando immediatamente la spilla del Rotary “Paul Harris Fellow” che Francesco Piredda indossava, il Pres. Palmeri ha subito esclamato: “ma quella è la Paul Harris, ce l’ho anche io!” E da lì hanno scoperto di avere molte conoscenze in comune all’interno del Rotary e anche nel mondo politico locale, visto che Fratello Piredda era stato attivo, in passato, in politica. Quando, letteralmente sbalordito dalla scoperta dell’età di Francesco (80 anni), il Presidente ha chiesto “ma come fai, sembri un ragazzo!”, Francesco Piredda ha ribattuto subito dicendo che era grazie al fatto che metteva in pratica gli insegnamenti del Vangelo di Gesù Cristo, ed in particolare rispettando la Parola di Saggezza, e l’ha illustrata brevemente, destando una grande curiosità e ammirazione da parte del suo interlocutore.

Leggendo poi tra le informazioni prelevate dal sito italiano della Chiesa, informazioni che la sua assistente gli aveva preparato per l’incontro, ha notato, con sorpresa, che l’Intesa con il Governo Italiano non era ancora passata in Parlamento.

Di quello che succederà in futuro e che scaturirà da questo incontro non ne siamo a conoscenza, di una cosa invece siamo certi, che i sentimenti provati quella sera resteranno nel cuore di ognuno dei presenti, compreso quello del Presidente Palmeri che, e di questo ne siamo veramente sicuri, d’ora innanzi, ogni qualvolta gli capiterà di imbattersi nella Chiesa e nei suoi rappresentanti sparsi per il mondo, avrà ancora di più una grande ammirazione e rispetto per noi e per quello in cui crediamo.

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.