Comunicati stampa

Iniziano le conferenze internazionali di Especially for Youth

Unendo 18 lingue, in 9 località diverse, in 6 paesi europei, oltre 3.200 giovani tra i 14 e i 18 anni si ritroveranno per delle conferenze pensate proprio per i giovani (EFY). Il programma, che dura cinque giorni con pernottamento, ha inizio il lunedì mattina e si conclude il sabato mattina presto, offre ai partecipanti opportunità di apprendimento e occasioni per fare amicizia, grazie alle classi, ai seminari e alle riunioni speciali della sera.

EFY è un programma per i giovani che ha l’obiettivo di incoraggiare, sostenere e guidare i giovani partecipanti mentre si sforzano di conoscere meglio se stessi e il loro rapporto con gli altri. Viene posto l’accento sull’invito a interiorizzare e applicare gli insegnamenti di Cristo nella vita quotidiana. Il programma è patrocinato dalla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni (i mormoni). I membri giovani della Chiesa e i loro amici di qualunque religione sono invitati a partecipare.

Dall’Inghilterra alla Finlandia, dalla Germania all’Albania, questi giovani europei si uniscono ad altri 50.000 giovani nel mondo per partecipare ai programmi estivi di EFY. Nel corso di un’intensa settimana, giovani con culture diverse possono concentrarsi sulla crescita personale e il servizio agli altri. Come detto da un dirigente esperto, questi giovani “maturano fisicamente, intellettualmente, socialmente e spiritualmente”.

A EFY sono invitati i giovani dei seguenti paesi (in alcuni casi soltanto di una parte di questi paesi): Albania, Austria, Belgio, Bosnia, Croazia, Finlandia, Francia, Germania, Grecia, Inghilterra, Islanda, Irlanda, Irlanda del Nord, Kosovo, Malta, Moldavia, Polonia, Repubblica Ceca, Romania, Scozia, Serbia, Slovacchia, Slovenia, Spagna e Svizzera. I momenti salienti della settimana comprendono la partecipazione a progetti di servizio, mostre, balli, programmi musicali e sessioni di istruzione formali e improvvisate. Le serate vengono trascorse in gruppi familiari per condividere i propri sentimenti, i concetti appresi e creare nuove amicizie, a volte anche di livello internazionale. Queste sessioni si svolgono sotto la supervisione di giovani consiglieri tra i 20 e i 30 anni e che rappresentano un modello positivo per i giovani. Tutte le sessioni sono dirette da istruttori adulti.

Molti giovani dicono di non aver partecipato a una semplice conferenza ma tornano a casa con obiettivi che li renderanno felici in questa vita. Hanno deciso di cambiare per essere più simili a Cristo. Una ragazza di 15 anni ha detto: “Ho capito quanto voglio fare del bene attorno a me. Voglio servire le persone. So che con l’aiuto di Dio tutto è possibile. EFY mi ha dato il coraggio di essere forte. Ho attraversato un periodo di dubbi e di mancanza di fiducia, ma EFY mi ha guarita. Voglio mostrare alla mia famiglia, a mia madre e ai miei amici quanto sono grata per loro. Grazie a EFY voglio vivere ed essere il tipo di persona che Dio vuole che io sia”. La settimana della conferenza è permeata da attività di servizio, che pongono l’accento sul principio del mettere il proprio tempo e le proprie energie al servizio degli altri. In Francia, i giovani si sono uniti per produrre 130 coperte per neonati, che hanno poi donato al dipartimento di neonatologia dell’ospedale di Chauny. Nell’accettare la donazione, il direttore ha sottolineato che le limitazioni di budget a livello statale hanno creato molte necessità, soprattutto nel dipartimento di neonatologia prematura. Ha quindi espresso “profonda gratitudine per il dono”. Alla domanda relativa al perché la Chiesa sente di dover patrocinare eventi del genere per i giovani della Chiesa e non, Christian Fingerle, un dirigente regionale della Chiesa, ha dichiarato: “I giovani vogliono sapere perché ci si aspetta da loro che facciano determinate cose o perché devono evitare determinati comportamenti. Questa attitudine alla ricerca trova risposta tramite EFY”.

Accogliendo giovani di ogni religione, EFY fornisce opportunità pratiche e divertenti che permettono ai giovani di imparare come aiutare e invogliare i propri coetanei a fare scelte giuste e buone. A volte mettere insieme esperienze culturali e linguistiche così diverse può riportare alla mente Babele, ma i risultati sono innegabili. Una quindicenne ha riassunto la sua esperienza così: “Sono un’amica che non appartiene alla Chiesa. Vorrei ringraziare il mio amico Jade per avermi invitato a EFY. EFY è stata un’esperienza speciale per me. Ora so che Dio ci ama. L’ho sentito durante le attività, nelle classi, alle riunioni al caminetto, durante il programma musicale e l'ho visto in tutti i dirigenti di EGY".

Dopo aver osservato la figlia adolescente di ritorno da una conferenza EFY, un genitore ha detto: “EFY è una cosa fantastica e speriamo con tutto il cuore che continui a che molti giovani abbiano ancora la possibilità di partecipare”.

Per maggiori informazioni A. Riley Cutler, Relazioni pubbliche dell’Area Europa

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.