Comunicato stampa

Due membri del Parlamento europeo ricevono il 2016 European Family Values Award

Un italiano tra coloro che la Chiesa ha premiato come difensori dei valori della famiglia nell’ambito delle istituzioni europee.

Anna Záborská e Luigi Morgano, entrambi membri del Parlamento europeo (deputati), hanno ricevuto il 2016 European Family Values Award [Riconoscimento per i valori della famiglia] dalla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni nel corso di una cena tenutasi presso il Parlamento europeo, a Bruxelles, il 30 novembre scorso.

Questo riconoscimento premia gli individui e le organizzazioni il cui impegno e la cui influenza presso le istituzioni dell’Unione europea hanno un impatto significativo nella vita familiare all’interno delle società europee.

L’anziano Patrick Kearon, presidente dell’Area Europa della Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, che ha presieduto all’evento, ha detto che i due membri del Parlamento europeo hanno ricevuto il riconoscimento “per il loro pluriennale impegno devoto per rendere l’unità familiare una priorità delle politiche comunitarie”.

Ha inoltre detto: “I nostri genitori sarebbero stupiti di sapere che oggi c’è bisogno che organizziamo eventi come questo per parlare dell’importanza della famiglia, un concetto assolutamente ovvio non molto tempo fa”. Ha poi condiviso la sua esperienza di quando, l’anno scorso, lui e sua moglie hanno incontrato una famiglia di rifugiati sull’isola greca di Lesbo: “Erano in cinque: padre, madre, due figlie e un figlio. Erano ancora bagnati dalla vita in giù e tremavano dal freddo per la traversata fatta dalla Turchia su un piccolo gommone. Tutto ciò che avevano erano tre piccole buste e un pallone da calcio, ma erano ancora tutti insieme. Questa immagine mi ha ricordato quanto siano importanti la famiglia e i legami familiari; che, dopo tutto, questa è la cosa che conta di più”.

Nel ricevere il premio, Anna Záborská e Luigi Morgano hanno espresso la loro gratitudine alla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni per questa iniziativa importante e attuale.

Nel suo intervento, l’onorevole Záborská ha detto: “La famiglia come comunità umana fondamentale può essere compresa solo come l’intersezione di tre piani: privato, sociale e divino. La famiglia è allo stesso tempo fonte di felicità nella sfera privata, di benessere sociale e di benedizioni divine”. 

Nel concludere ha detto: “È molto importante che le persone che sono interessate al destino della famiglia in Europa seguano tutti gli sviluppi che riguardano sia il concetto di famiglia sia la vita quotidiana di milioni di famiglie negli stati membri dell’Unione europea”.

L’onorevole Morgano ha detto: “La famiglia è una comunità privilegiata; è la cellula originaria della vita sociale. È la società naturale in cui marito e moglie sono chiamati a dare se stessi nell’amore e nel dono della vita”. 

Ha continuato mettendo in guardia contro la “crescente attenzione verso il pensiero relativistico che, in sostanza, propone di destrutturare/indebolire questo modello di famiglia, classificandola — in maniera quasi dispregiativa — come ‘tradizionale’, se non addirittura ‘obsoleta’”. L’onorevole Morgano ha poi concluso il suo intervento dicendo: “In conclusione, desidero dedicare questo importante premio a mia moglie Bertilla: moglie e madre modello”.

L’anziano Kearon era accompagnato da sua moglie, Jennifer Kearon. Questa è la seconda volta che lo European Family Values Award viene assegnato dalla Chiesa nell’ambito dell’Unione Europea.

Quest’anno alla cerimonia di consegna del riconoscimento erano presenti membri del Parlamento europeo di vari schieramenti politici, ambasciatori stranieri e rappresentanti di chiese e di organizzazioni della società civile. La Federazione delle associazioni familiari cattoliche in Europa (FAFCE), che ha ricevuto questo stesso premio lo scorso anno, era rappresentata alla cena di riconoscimento da Antoine Renard, presidente e componente dell’ufficio FAFCE di Bruxelles.

La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, una religione cristiana con mezzo milione di membri in Europa, ha aperto il suo ufficio presso l’Unione europea a Bruxelles nel 2013. Per servire meglio la comunità europea, la Chiesa cerca occasioni di cooperazione con enti politici e istituzionali, e collaborando con ONG internazionali, organizzazioni religiose e la società civile.

Si possono conoscere meglio le attività dell’ufficio UE della Chiesa a Bruxelles sulla pagina Facebook: www.facebook.com/MormonsEU

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.