Argomento

Crescita della Chiesa

La Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni fu ufficialmente organizzata in una piccola casa di tronchi nello stato di New York nel 1830.

Ci vollero 117 anni — fino al 1947 — prima che la Chiesa crescesse dal numero iniziale di sei membri a un milione. Sin dagli albori, i missionari sono stati un punto forte della Chiesa, viaggiando fino ai territori degli indiani americani e in Canada e, nel 1837, al di fuori del continente nord americano sino in Inghilterra. Poco dopo i missionari hanno raggiunto l’Europa continentale e poi altri paesi ancor più lontani come l’India e le isole del Pacifico.

Il traguardo dei due milioni di fedeli è stato raggiunto sedici anni dopo, nel 1963, e per i tre milioni si è dovuto aspettare solo altri otto anni. Questa progressione è continuata con circa un milione di nuovi fedeli ogni tre anni o meno. L’incremento è dovuto sia ai battesimi di nuovi convertiti sia alla crescita naturale dovuta alla nascita di bambini.

Attualmente la Chiesa conta oltre quattordici milioni di fedeli.

Gli effetti di questa rapida e sostenuta crescita si vedono in molti posti del mondo in cui la Chiesa opera. Le congregazioni raggruppate in aree geografiche chiamate rioni vengono periodicamente suddivise nel momento in cui diventano troppo grandi per essere amministrate o per svolgere le funzioni in una cappella in un unico servizio. Nuovi edifici vengono ultimati praticamente ogni giorno dell’anno per poter ospitare il numero crescente di membri.

Secondo il National Council of Churches [consiglio nazionale delle chiese], la Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni è la seconda chiesa in più rapida crescita negli Stati Uniti. Tuttavia, nonostante i numeri in crescita, la Chiesa mette in guardia di non concentrarsi troppo sulle statistiche. La Chiesa non si confronta statisticamente con le altre fedi e non rivendica il fatto di essere la confessione religiosa cristiana in maggior crescita, nonostante i frequenti commenti giornalistici a questo proposito. Questi paragoni raramente tengono conto di una molteplicità di complessi fattori, tra cui i tassi di attività e di morte, il metodo usato nella registrazione e nel conteggio dei fedeli, come pure quali fattori determinano l’appartenenza al gruppo. I tassi di crescita, inoltre, variano grandemente nel mondo. In aggiunta, molti altri fattori contribuiscono alla forza della Chiesa, soprattutto la devozione e l’impegno dei suoi fedeli.

Guida allo stile:Quando fate un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online la Manuale di stile.