L’accesso ai documenti digitali di FamilySearch sostituisce i microfilm

L’accesso ai documenti digitali di FamilySearch sostituisce i microfilm

Articolo

SALT LAKE CITY, UT (26 giugno 2017) — FamilySearch, una noprofit leader a livello mondiale nel campo della genealogia, ha annunciato oggi di avere in programma l’interruzione del suo servizio di distribuzione dei microfilm durato 80 anni. Il cambiamento è il risultato dei grandi progressi fatti nella digitalizzazione dei microfilm di FamilySearch e dell’obsolescenza della tecnologia dei microfilm. L’ultimo giorno utile per ordinare i microfilm sarà il 31 agosto 2017. L’accesso on-line alle immagini digitali dei registri storici permette a FamilySearch di servire le persone in tutto il mondo in maniera più veloce ed efficiente. Per ulteriori informazioni. consulta Trovare le immagini digitali dei documenti su FamilySearch.org e Domande comuni. Trova e condividi on-line questo annuncio andando su FamilySearch Newsroom.

                            Leader mondiale nel campo della conservazione e della fruizione di documenti storici, FamilySearch e i suoi predecessori hanno iniziato a usare i microfilm nel 1938, collezionando miliardi di registri genealogici da oltre 200 paesi. Come mai questo passaggio dai microfilm al digitale? Diane Loosle, direttrice della Divisione servizi all’utente, ha detto: “Preservare documenti storici è solo una parte di quest’equazione. Renderli facilmente accessibili ai ricercatori e a chi si occupa di storia familiare in tutto il mondo, ogni volta che ne hanno bisogno, è l’altra parte fondamentale”.

Loosle ha sottolineato che FamilySearch continuerà a preservare i master dei suoi microfilm originali all’interno deposito sotterraneo di Granite Mountain, come ulteriore backup per le immagini digitali.

                      Con la diffusione di Internet tra le persone in tutto il mondo nel corso degli ultimi vent’anni, FamilySearch ha deciso di convertire la conservazione e la fruizione dei suoi documenti in formato digitale. Non è certo un’impresa da poco per un’organizzazione che conta più di 2,4 milioni di bobine di microfilm e una rete di distribuzione che poggia su oltre 5.000 centri di storia familiare e biblioteche affiliate in tutto il mondo.

Questa transizione alla conservazione digitale è iniziata qualche anno fa. FamilySearch non si è concentrata soltanto sulla conversione della sua mastodontica collezione di microfilm, ma anche sulla sostituzione delle macchine fotografiche per microfilm che ci sono sul campo. Tutte le macchine fotografiche per microfilm sono state sostituite con oltre 300 fotocamere digitali specializzate che diminuiscono drasticamente il tempo richiesto per tramutare i registri storici in immagini accessibili on-line.

                FamilySearch ha ora riprodotto digitalmente il grosso della sua collezione di microfilm — oltre 1,5 miliardi di immagini fin’ora — tra cui le raccolte più richieste in base ai registri di prestito dei microfilm in tutto il mondo. I microfilm rimanenti dovrebbero essere digitalizzati entro la fine del 2020 e tutti i nuovi documenti derivanti dall’impegno costante di preservare i documenti da tutto il mondo vengono acquisiti usando attrezzature fotografiche digitali.

Oggi è possibile accedere alle raccolte di immagini digitali in tre punti di FamilySearch.org. Usando la funzione di ricerca, le immagini sono disponibili su Documenti (vedi il link Sfoglia tutte le raccolte pubblicate), Libri, e Catalogo. Per ricevere ulteriore assistenza, consulta Trovare le immagini digitali dei documenti su FamilySearch.org.

La transizione dal microfilm al digitale crea un’opportunità interessante per la rete di centri di storia familiare di FamilySearch. I centri si concentreranno su un approccio mirato a semplificare l’esperienza individuale degli utenti, continuando a fornire accesso a strumenti tecnologici utili, a servizi altrimenti fruibili solo con abbonamenti a pagamento e a contenuti le cui restrizioni non li rendono disponibili a casa.

I centri e le biblioteche affiliate si coordineranno con i dirigenti locali e con gli amministratori per gestire la propria collezione di microfilm attuale ottenuta in prestito da FamilySearch, e per determinare quando restituire i microfilm che sono già stati pubblicati in rete. Per ulteriori informazioni, consulta Digital Records Access Replacing Microfilm.

Nota:Quando scrivete un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online il Manuale di stile.