Il giorno della memoria ricordato dai mormoni

Il giorno della memoria ricordato dai mormoni

Cosa dovremmo aver imparato dalla storia e ricordare per sempre?

Comunicato stampa

Settantadue anni fa, il 27 gennaio 1945, i prigionieri del campo di concentramento polacco di Auschwitz furono liberati dai soldati sovietici.

Erano stati rinchiusi in quel campo e in altri come quello perché erano “diversi”. Ricordiamo questo giorno, il giorno della memoria, per non dimenticare questa tragedia.

 

Oggi non abbiamo luoghi fisici dove portare tutte le persone che riteniamo diverse da noi ma abbiamo luoghi nella mente dove li cataloghiamo e li inseriamo. Sopraffatto dalle vicende terroristiche a sfondo “pseudo” religioso, il mondo è portato ad avere pregiudizi e a discriminare tutti coloro che in qualche modo sono diversi.

Ognuno di noi dovrebbe essere attivo nella lotta per la libertà di professare la propria fede e vivere secondo i suoi ideali.  

“Noi crediamo che la religione sia istituita da Dio, e che gli uomini siano responsabili dinanzi a lui, e a lui soltanto, dell'esercizio d'essa, a meno che le loro opinioni religiose non li inducano a ledere i diritti e le libertà altrui; ma non crediamo che le leggi umane abbiano il diritto di interferire nel prescrivere regole di culto per vincolare la coscienza degli uomini, né di dettare forme di devozione pubblica o privata; che il magistrato civile debba reprimere il crimine, ma mai controllare la coscienza; dovrebbe punire la colpa, ma mai sopprimere la libertà dell'anima” (Dottrina e Alleanze 134:4).

Ogni giorno possiamo scegliere di essere tolleranti, di aiutare gli altri, di non soffermarci sulle caratteristiche che ci allontanano ma su quelle che ci uniscono.

“Come è meraviglioso che non vi sia nessun bisogno di aspettare un singolo attimo prima di iniziare a migliorare il mondo”, diceva Anna Frank.

Quel giorno del 1945 l'umanità ha messo fine a un incubo. Ora tocca a noi migliorare il mondo con piccoli gesti.

In memoria di tutte quelle persone che hanno sofferto, di quelle che sono sopravvissute e di quelle che invece non ce l'hanno fatta, impariamo ad amare ricordandoci queste parole:

“Noi rivendichiamo il privilegio di adorare Dio Onnipotente secondo i dettami della nostra coscienza e riconosciamo a tutti gli uomini lo stesso privilegio: che adorino come, dove o ciò che vogliono” (Articoli di Fede, 1:11).

Articoli pubblicati nel Giorno della memoria negli anni precedenti:

http://www.media-mormoni.it/articolo/giorno-della-memoria

http://www.media-mormoni.it/articolo/giorno-della-memoria-lds

Nota:Quando scrivete un articolo sulla Chiesa di Gesù Cristo dei Santi degli Ultimi Giorni, nel menzionare per la prima volta il nome della Chiesa vi preghiamo di riportarlo per intero. Per ulteriori informazioni sull’uso del nome della Chiesa, consultate online il Manuale di stile.